a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 123




DISTRUGGETE KONG! LA TERRA È IN PERICOLO - recensione

Titolo: DISTRUGGETE KONG! LA TERRA È IN PERICOLO
Titolo originale: Mekagojira No Gyakushu
Regia: Ishiro Honda
Interpreti: Katsuhiko Sasaki, Tomoko Ai, Akihiko Hirata, Katsumasa Uchida, Goro Mutsumi, Tadao Nakamaru, Shin Roppongi
Anno: 1975

Misteriosi alieni vogliono distruggere la Terra. Ci penserà il solito Godzilla a mettere le cose a posto.

 

Alcuni extraterrestri hanno brutte intenzioni nei confronti del mondo: vogliono radere al suolo la Terra per ricostruirla a loro piacimento, per poi venirci ad abitare al posto degli umani. Questo perché il loro lontano pianeta è diretto verso un buco nero e prossimo alla distruzione.

 

Per fare questo, gli alieni stanno costruendo un potentissimo robot gigante (Titano Kong) e, con l'aiuto di un dottore arrabbiato con la razza umana per motivi personali (è sempre stato snobbato dall'ordine degli scienziati) cercano anche il sistema di controllare la mente di Mega Godzilla, un enorme rettile subacqueo che vive nei fondali marini.

 

Come da copione, dopo un po' si scatena il panico in Giappone: Mega Godzilla viene telecomandato mentalmente dagli alieni e, insieme a Titano Kong (appena costruito e nuovo di pacca) comincia a distruggere tutto quello che trova. Ecco però che Godzilla, servizievole e nobile di spirito, si oppone alle due colossali forze per bloccare il pericolo. Seguono combattimenti, esplosioni, raggi laser ecc.

 

Ultimo film dell'espertissimo Ishiro Honda, che qua costruisce una storia senza nessun elemento originale ma a suo modo riuscita. Il ritmo e la sceneggiatura funzionano e, in mezzo a mille ingenuità tipiche di questi prodotti e a qualche scena di recupero da pellicole precedenti è possibile divertirsi. DISTRUGGETE KONG! LA TERRA È IN PERICOLO scorre via senza intoppi per tutta la sua durata e, una volta tanto, vengono evitate lungaggini o scene di raccordo per allungare il brodo. Il risultato è un filmetto leggero ma potabile.

 

Da notare la locandina italiana: compare un gigantesco scimmione che terrorizza il Giappone, ma nel film i mostri sono in realtà rettili e King Kong (come verrebbe da pensare) non c'entra nulla. Scelta curiosa ma di carattere puramente commerciale, frutto di calcoli precisi per distribuire il film (stava infatti uscendo il King Kong di Guillermin e i distributori, presumibilmente, cercavano di sfruttarne l'eco).

 

DISTRUGGETE KONG! LA TERRA È IN PERICOLO non ebbe grande successo, la serie dei mostri di gomma giapponesi andava a concludersi con questo titolo. Se vi piace il genere comunque, val bene una visione.



scritto da: Federico Lazzeri


comments powered by Disqus