a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 123




MOSTRO (IL) - recensione

Titolo: MOSTRO (IL)
Titolo originale: Mostro (Il)
Regia: Luigi Zampa
Interpreti: Johnny Dorelli, Sydne Rome, Renzo Palmer, Yves Beneyton, Enzo Santaniello, Henning Schlüter, Renato Scarpa, Gianrico Tedeschi, Angela Ippolito, Clara Colosimo
Anno: 1977

Uno spietato assassino offre l'occasione a un giornalista di fare carriera. Con molte sorprese...

 

Barigozzi (Johnny Dorelli) è un frustrato giornalista che scrive mediocri romanzi gialli. Si occupa anche di rispondere, sotto falso nome, alla "posta del cuore" che arriva dai lettori. La testata giornalistica per cui lavora decide un giorno di metterlo alle strette: dovrà darsi da fare a trovare gli elementi per un articolo sensazionale, pena il licenziamento.

 

Al di fuori del lavoro la sua vita è piena di situazioni che aumentano la sua infelicità: un rapporto difficile con la ex moglie e con il figlio, costretto a assistere agli squallidi litigi fra i genitori. Un giorno però le cose sono destinate a cambiare: a Barigozzi arrivano alcune lettere in redazione che annunciano omicidi che a breve verranno compiuti. E "il mostro" (così si firma l'autore delle missive) fa sul serio: le vittime designate vengono trovate puntualmente massacrate.

 

Si presenta in questo modo la grande occasione di riscatto per Barigozzi: può conoscere in anticipo le mosse dell'assassino e costruire così scoop giornalistici di grande effetto. Ma la grande possibilità che gli viene offerta presenta un rovescio della medaglia terribile...

Luigi Zampa nella sua lunga e importante carriera è sempre stato molto attento all'analisi della società e ai rapporti interpersonali che vengono mossi e, spesso decisi tout court, dal Potere e dalle convenzioni. In questo film  parliamo di violenza. Tutto l'ambiente che ruota intorno a Dorelli è violento: sul lavoro vince il più furbo e in famiglia prevale l'egoismo.

 

E' normale quindi che il protagonista possa avere voce in capitolo solo se dimostra una violenza superiore a quella che deve subire (in questo caso si strizza l'occhio allo sciacallaggio giornalistico nei confronti delle vittime). La storia ci insegna però, che a fare le spese di tutto questo è sempre e comunque il più debole, concetto che in IL MOSTRO viene spiegato senza mezzi termini e mostrando un finale realmente inquietante.

 

Da non perdere. Un film poco discusso, che dovrebbe invece far discutere molto.



scritto da: Federico Lazzeri


comments powered by Disqus