a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 123




ROMA CONTRO ROMA - recensione

Titolo: ROMA CONTRO ROMA
Titolo originale: Roma Contro Roma
Regia: Giuseppe Vari
Interpreti: John Drew Berrymore, Maria Antonietta Golgi, Ida Galli, Ettore Manni, Mino Doro, Ivano Staccioli
Anno: 1964

Già all’epoca dei romani esisteva la piaga degli zombie, come testimonia questo audace reperto cinematografico firmato da Giuseppe Vari. Un divertente e sconsiderato peplum che anticipa di diversi anni il furore generato dalla pellicola di George Romero.

 

Inviato per investigare sulla sparizione di ingenti carichi d’oro destinati alle truppe in Armenia, il console romano Gaius si trova coinvolto in un intrigo politico che comprende dei traditori romani e dei ribelli locali, manovrati da un potente stregone in grado di rianimare i morti. Nello scontro finale, Gaius dovrà vedersela con un drappello di legionari morti viventi, intenzionati a includerlo nelle proprie fila.

 

ROMA CONTRO ROMA è un curioso film firmato da Giuseppe Vari, nel quale si fondono l’orrore al “peplum”e che anticipa l’uso (con grande successo) dei morti viventi da parte di George Romero di ben cinque anni.

 

Una sceneggiatura da un lato strampalata, ma dall’altro infiorettata di spunti originali (e non per nulla vi compaiono come sceneggiatori Piero Pierotti, collaboratore per diversi titoli della Romana Film e Marcello Santarelli) come ad esempio il manipolo di pretoriani “zombie”, dei quali troveremo riscontro nei successivi film con zombie nazisti (L'Occhio Nel Triangolo e The Outpost).

 

L'azione viene messa in immagini dal regista e montatore con un piacevole ritmo sostenuto, lasciando che a prevalere siano le atmosfere gotiche da “horror” piuttosto che quelle da avventuroso ellenico-romano. Il cast lavora con grande professionalità per dare credito ai suoi personaggi, anche quelli più assurdi e, fra tutti, emergono il negromante di John Drew Berrymore, l’eroico Ettore Manni e l’eccellente prova di un perfido Mino Doro (Ercole Al Centro Della Terra).

 

Vale la pena menzionare anche la presenza delle “fatali” Susy Andersen e Ida Galli, in grado di dispiegare sullo schermo una buona dose di gradevole erotismo. Anche se non immune ai difetti più classici del genere (ingenuità nella trama, possibilità economiche abbastanza ridotte e così via), ROMA CONTRO ROMA è di certo uno dei più gradevoli e bizzarri peplum mai realizzati, nonché uno dei più affascinanti.



scritto da: Michael Wotruba


comments powered by Disqus