a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 123




CUBE ZERO - recensione

Titolo: CUBE ZERO
Titolo originale: Cube Zero
Regia: Ernie Barbarash
Interpreti: Sthepanie Moore, Zachary Bennett, Michael Riley, Martin Roach, Richard McMillan, Mike 'Nug' Nahrgang, Tony Munch, Michael Riley
Anno: 2004

Girato in video da Ernie Barbarash, coproduttore di American Psycho e Hypercube, CUBE ZERO é uscito direttamente per il mercato dvd. Sulla carta doveva trattarsi dell'episodio (il terzo) che avrebbe finalmente spiegato l'origine del cubo-trappola creato da Vincenzo Natali.

Il film indaga invece sui retroscena dello strano edificio, suggerendo l'ipotesi che i prigionieri della macchina infernale siano in realtà dei condannati a morte che hanno accettato di farsi rinchiudere, per garantirsi così una possibilità al posto della pena capitale. Di gran lunga meglio di Hypercube e, anche se non fa fare le capriole di gioia, si può guardare.

 

Costruendo un incubo kafkiano ambientato in una ipotetica società futuristica, Barbaresh si dimostra capace a dosare la tensione, anche se la carne al fuoco è un po' troppa e qualche caduta di tono è inevitabile. Certo, le idee ci sono e senza dubbio CUBE ZERO  è assai più riuscito del mediocre Hypercube, ma è innegabile che la superficialità con cui viene affrontato l'argomento finisca per renderlo un po' inconcludente.

 

Gli effetti splatter sono di buona fattura e alcuni personaggi funzionano, anche se la maggior parte dei prigionieri (tra cui la protagonista) risultano odiosi e simili a macchiette insignificanti. Buono il finale che si collega al primo capitolo, che lascia intuire la storia del malato mentale co-protagonista del film di Natali.

Se vi è piaciuto Il Cubo allora il consiglio è di dare un'occhiata anche a questo.



scritto da: Francesco Cortonesi


comments powered by Disqus