a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 123




SANGUE DEL VAMPIRO (IL) - recensione

Titolo: SANGUE DEL VAMPIRO (IL)
Titolo originale: Blood Of The Vampire
Regia: Henry Cass
Interpreti: Donald Wolfit, Vincent Ball, Barbara Shelley, Victor Maddern, William Devlin, Andrew Faulds, John Le Mesurier
Anno: 1958

Yawn! Noiosissimo. E pensare che la sceneggiatura è di Jimmy Sangster, uno dei migliori talenti creativi della Hammer. Da salvare c'è solo l'atmosfera.

 

Un giovane medico, tale John Pierre, viene accusato dal tribunale di Carlstad di compiere illecite operazioni sui pazienti e di conseguenza viene rinchiuso nel locale manicomio criminale. Qui il dottor Callistratus e il suo deforme servitore Carl si dedicano ad agghiaccianti esperimenti sui gruppi sanguigni e l’arrivo di Pierre non passa inosservato.

 

Callistratus propone al giovane medico di affiancarlo nelle sue ricerche e, in cambio, gli promette di fargli ottenere uno sconto di pena. Il Nostro accetta ma in breve viene a scoprire che il folle dottore è costretto a perseguire il suo diabolico progetto per restare in vita e tra l’altro non si fa scrupolo di usare carcerati e giovani fanciulle. La situazione in breve degenera…

 

Di per sé l’idea non sarebbe neanche malaccio: niente mostri e vampiri, ma solo la diabolica perversione di uno scienziato sadico e crudele, pronto a tutto pur di riuscire a sopravvivere. Peccato però che tutto il potenziale della storia finisca per ridursi ad una manciata di buone intenzioni, perché di fatto non succede niente o quasi.

Donald Wolfit, che interpreta Callistratus, cerca di imitare Bela Lugosi senza riuscire minimante ad avvicinarcisi. Gli altri attori sono così anonimi che si corre il rischio di dimenticarseli quando ancora sono in scena. L’unico a salvarsi è il deforme Carl (Victor Maddern) che, grazie a un make up semplice ma indubbiamente efficace, ogni volta che compare mette a disagio.

 

La fotografia è notevole, ma la regia di Cass è assolutamente piatta, cosa per altro comune a molti dei noiosissimi film che ha diretto. Bah! Alcuni critici considerano IL SANGUE DEL VAMPIRO un mezzo capolavoro. Roba da pazzi...

 

Curiosità: IL SANGUE DEL VAMPIRO è arrivato per la prima volta in Italia nel 1959. Negli anni Settanta ha goduto di numerosi passaggi televisivi alle ore più improbabili. Nel 1986 è uscito in vhs.

Curiosità numero 2: Alla sua uscita il film in Inghilterra venne abbondantemente tagliato. Per anni inoltre molti hanno considerato IL SANGUE DEL VAMPIRO irrimediabilmente perduto.

Curiosità numero 3: A dirigere il film c’è chi sostiene che sarebbe stato il produttore Monty Barman e che Cass si sarebbe occupato solo degli attori.



scritto da: Francesco Cortonesi


comments powered by Disqus