a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 123




BARRACUDA - recensione

Titolo: BARRACUDA
Titolo originale: Barracuda
Regia: Harry Kerwin & Wayne Crawford
Interpreti: Wayne Crawford, Jason Evers, Roberta Leigthon, Cliff Emmich, William Kerwin, Bert Freed, Harry Kerwin, Rick Rhodes
Anno: 1977

La storia nella sua struttura è molto semplice e il concetto è stato negli anni sfruttato da ogni forma d'arte possibile. Siamo alle prese, per intenderci, con l'inquinamento industriale che crea mutazioni genetiche e con i devastanti effetti nella popolazione civile. Se siete disposti ad accettare una certa lentezza di fondo, ma avete voglia di riscoprire un classico low budget che ancor oggi riesce a dire la sua, allora BARRACUDA è da non perdere.

 

Uno studente di biologia, indaga sulla qualità dell'acqua di un tratto di mare dove finiscono gli scarichi di una fabbrica. Nel frattempo, i barracuda iniziano ad uccidere alcuni bagnanti, mentre i cittadini della zona dimostrano una innaturale aggressività. Lo sceriffo e il suo vice decidono, con l'aiuto del giovane biologo, di investigare per acciuffare i responsabili.

BARRACUDA è poco più di un film amatoriale, scritto, prodotto, diretto e anche in parte interpretato da Wayne Crawford e Henry Kerwin. Nonostante questo, a distanza di più di trent'anni riesce ancora a mantenere immutato un certo fascino, sostenuto principalmente da una splendida colonna sonora elettro dark perennemente in sottofondo e da un'atmosfera onirica particolarmente originale.

Le aggressioni dei barracuda sono poche e per (evidenti) limiti di budget avvengono sempre fuori scena, ma le buone riprese in stile documentario, realizzate nel fondo dell'oceano, le rendono comunque piuttosto spaventose.

Il taglio noir del film, sostenuto dalla paranoia del complotto perpetrato da personaggi inizialmente non meglio identificati, in qualche modo rimanda (si fa per dire!) a certi concetti cari a Cronenberg. I personaggi purtroppo sono stereotipati, ma tutto sommato funzionano e regalano anche qualche battutina interessante. Non male in definitiva, il finale da solo poi vale il film.

 

Curiosità: il barracuda gode di pessima fama soprattutto perché, nei mari caraibici, qualche volta attacca i bagnanti con esiti letali. In realtà è attratto dagli oggetti che luccicano, quindi il suo obiettivo è più che altro l'oreficeria che la vittima porta al collo.



scritto da: Francesco Cortonesi


comments powered by Disqus