a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 123




CATACOMBS / IL MONDO DEI MORTI - recensione

Titolo: CATACOMBS / IL MONDO DEI MORTI
Titolo originale: Catacombs
Regia: Tomm Coker, David Elliot
Interpreti: Shannyn Sossamon, Pink, Emil Hostina, Sandi Dragoi, Mihai Stanescu, Cabral Ibacka, Radu Andrei Micu
Anno: 2007

Uscito cercando di cavalcare l’onda del successo di Them (Ils), CATACOMBS ne scopiazza la struttura sostituendo però la più canonica casa isolata con le catacombe di Parigi, nell’ovvio tentativo di rendere la paranoia più “esotica”. Teoricamente potrebbe pure funzionare, il problema è che tutto è così buio che vai a capire che succede…

 

Victoria, una ragazza americana con qualche problemuccio psicologico alle spalle, viene invitata dalla sorella a Parigi per passare qualche giorno di svago. Condotta a una festa organizzata nelle catacombe della capitale francese, vede in breve trasformarsi il tanto atteso divertimento in un orrore senza fine…

 

Eccola qui: l’americana in pericolo nel paese europeo. Se c’è un soggetto che, negli ultimi anni, a chi il cinema lo finanzia gli fa l’effetto del sangue agli squali, senza dubbio è questo. Se poi ci si aggiunge una sceneggiatura banalissima, pensata per un film a basso budget che ha dimostrato di funzionare e una regia da videoclip come quella che si crede faccia impazzire i giovani d’oggi, allora davvero siamo dalle parti del progetto che molti produttori non esiterebbero a definire perfetto. E invece no.

 

Prima di tutto perché il film bisognerebbe vederlo e non essere costretti ad immaginarsi chi ha urlato, chi ha ammazzato e chi è morto nella penombra, poi perché i soggetti vuoti e praticamente privi di un qualsiasi intreccio, hanno di solito le gambe corte e si replicano molto difficilmente.

 

Certo, è innegabile, a patto di avere gli occhi buoni,che CATACOMBS non è un film che faccia schifo del tutto, però quello che resta, una volta finita la girandola dei colpi di scena, è semplicemente la storia di una ragazza che corre dentro i cunicoli con una pila da campeggio in mano e qualcuno che la insegue per fargli la festa. Ah si, c’è pure la storia del ragazzo mostro, ma ha il valore di un doblone di cioccolata.

 

Se siete in cerca di un film di puro intrattenimento, con un finale che potrebbe mandarvi in bestia o sorprendervi per la sua sfacciata stupidità e, soprattutto se siete disposti a stare 90 minuti al buio, allora CATACOMBS vi potrebbe pure piacere. In caso contrario, lasciate pure perdere.

 

Curiosità: le catacombe di Parigi si trovano a circa 30 metri di profondità e si ritiene che siano lunghe alcune centinaia di chilometri.

 

Curiosità numero 2: se si esclude la sezione aperta ai turisti, visitabile esclusivamente se accompagnati dalla guida, la discesa nelle catacombe è vietata e punita con una sanzione amministrativa.

Curiosità numero 3: è assolutamente vero il fatto che esiste una divisione della polizia parigina incaricata di combattere il fenomeno della Catafilia, che consiste appunto nell’organizzare feste o visite non autorizzate nelle catacombe. Negli anni '50 gli studenti di medicina, probabilmente i veri ideatori della moda, erano soliti calarsi nelle catacombe per procurarsi crani da utilizzare nei loro studi. A detta di visitatori recenti, per questo motivo, oggi è molto difficile riuscire a trovare tra i mucchi di ossa, capocce intatte.

 

Curiosità numero 4: il ruolo della sorella della protagonista è interpretato da Pink, la celebre rock star.



scritto da: Francesco Cortonesi


comments powered by Disqus