a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 123




MOSTRO MAGNETICO (IL) - recensione

Titolo: MOSTRO MAGNETICO (IL)
Titolo originale: Magnetic Monster (The)
Regia: Curt Siodmak (Herbert L. Strock non accreditato)
Interpreti: Richard Carlson, King Donovan, Jean Byron
Anno: 1953

Stewart e Forbes, due agenti dell’ufficio investigazioni, scoprono che in un magazzino di attrezzature industriali si è originato un campo magnetico di gigantesca portata. La sorgente del fenomeno viene individuata nella scoperta di Howard Denker, uno scienziato che aveva sottoposto a bombardamenti di particelle alfa un nuovo elemento, chiamato “serranium”. L’elemento, contaminando ogni metallo che si trova nel suo campo d’azione aumenta con la massa, il proprio campo magnetico. Il potenziale del campo è tale che in breve tempo, se non arrestato, provocherà lo spostamento della Terra dalla sua orbita.

 

Tutto sommato originale. La storia infatti non si focalizza su invasioni aliene, mostri provenienti dall’abisso o da catastrofi naturali come di solito si usava negli anni 50. In questo caso il rischio che l’umanità corre è dato da un fenomeno fisico spinto oltre l’accettabile. Che sia un low budget è evidente e di spettacolare c’è ben poco.  Per tre quarti è un film degno di esser messo in cartellone nel regno di Morfeo, con dialoghi poco interessanti e scene dozzinali. Ma c’è un buon finale e il ritmo improvvisamente sale.  Bizzarra la storia d'amore tutta incentrata nell'eccessiva magrezza della bella di turno al quarto mese di gravidanza.

 

Alla regia per lo meno accreditato c’è Curt Siodmak, lo sceneggiatore di “L’uomo Lupo

 

In definitiva è un film che i completisti  non dovrebbero assolutamente perdere per il soggetto inusuale, mentre è sconsigliato agli spettatori occasionali che odiano addormentarsi sul divano...

 

Il dvd italico della Sinister è buono. Niente extra però se non il trailer.

 

Curiosità numero 1: il protagonista è Richard Carlson noto per essere anche il protagonista del superclassico della Universal "Il Mostro della Laguna Nera".

 

Curiosità numero 2: in realtà pare che il film sia stato girato principalmente da Herbert L. Strock che però non risulta nei titoli.

 

Curiosità numero 3: le riprese all’interno degli aerei furono girate durante le sedute di allenamento dei piloti civili e militari. Per questo numerosissime sono le incongruenze rispetto alla storia.



scritto da: Francesco Cortonesi


comments powered by Disqus