a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 123




SESSO NERO - recensione

Titolo: SESSO NERO
Titolo originale: Sesso Nero
Regia: Joe D'Amato
Interpreti: Mark Shannon, Lucia Ramirez, Annj Goren, George Eastman, Lola Burdan, Chantal Kubel
Anno: 1979

Un uomo incontra il fantasma della sua ex amante tra droga, sangue e allucinazioni.



Mark (Mark Shannon) ha un cancro alla prostata: deve essere sottoposto, entro pochi giorni, a un intervento chirurgico che lo renderà impotente. Decide quindi di tornare a Santo Domingo, luogo in cui ha vissuto gli anni più bella della sua giovinezza, per trascorrere i suoi ultimi giorni al meglio e cavalcare l'onda dei ricordi. Per l'occasione, Mark si concede lunghi e caldi amplessi con focose donne del luogo, compresa la moglie di un suo amico (la pornostar Lucia Ramirez).

 

Ma per le strade e i locali caraibici, Mark è convinto di vedere il fantasma di Mira (Annj Goren), una sua vecchia fiamma morta da diversi anni.  In un vortice di delirio, causato dalle potenti iniezioni di morfina per placare il dolore alla prostata, Mark impazzisce e decide di porre fine una volta per tutte alla sua angoscia con la più estrema delle soluzioni...

 

Secondo molti, questo sarebbe il primo film hard core italiano (altri sostengono però che non sia proprio così).
Liquidarlo però come "pellicola pornografica" è davvero troppo riduttivo, anche perchè è il primo film che Massaccesi ha prodotto e realizzato da solo, con la sceneggiatura del fidato Montefiori. La storia è un dramma mirato a rappresentare le angosce del pornodivo Shannon, con abbondanti dosi di sesso esplicito.

 

Ma gli elementi che fanno sì che SESSO NERO sia inserito in questo sito sono altri. Le visioni col fantasma hanno un bell'impatto e tengono viva la tensione e l'interesse per la vicenda.  E il finale ci dà la conferma che Massaccesi fa davvero sul serio: dopo tante sofferenze (e diverse eiaculazioni), in un epilogo inaspettato (che quasi tutti conoscono ma che comunque non svelo) c'è pure spazio per una pozza di sangue che si mescola alla cristallina acqua dominicana.


C'è poi una scena talmente delirante che spedisce SESSO NERO  dritto in rampa di lancio, arrivando nel paradiso dei prodotti più bizzarri della nostra italica cinematografia: un balletto in un night, in cui la (non ancora) pornostar Sandy Samuel si dimena con Fernando Arcangeli sulle note di Sexy Night, ricercatissimo pezzo cult del nostrano Nico Fidenco.


Altro motivo "perverso" per cui SESSO NERO è entrato nell'Olimpo dei cult è la faccia disgustata di Anna Maria Napolitano mentre pratica sesso orale (la stessa cosa succedeva in Porno Holocaust). Impossibile non provare un po' di pena per la ragazza.


Per i fan di Joe D'Amato è sicuramente un'occasione imperdibile, sicuramente il suo film migliore del periodo caraibico.



scritto da: Federico Lazzeri


comments powered by Disqus