a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 123




DEVIL INSIDE - recensione

Titolo: DEVIL INSIDE
Titolo originale: Devil Inside
Autore: Pietro Gandolfi
Anno: 2015

La narrativa di genere ha i suoi assi nella manica, e riserva spesso delle belle sorprese a chi la frequenta;  in quanto ai detrattori, ormai solo i lettori palesemente ignoranti possono avere il coraggio di snobbarla.  Accade a volte di incontrare proprio all’interno di romanzi di fantascienza, fantasy o horror quei personaggi inediti, intensi e tridimensionali che la narrativa mainstream riesce a fornire sempre più di rado.  È il caso di Helena, la protagonista di Devil Inside, novella di Pietro Gandolfi che chiude il primo volume della serie Grindhouse ideata dalla Dunwich Edizioni.
 
 
Si tratta dell’ennesima incarnazione della femme fatale?  Fuochino;  anzi, acqua. Helena non si sente minimamente superiore agli uomini e alle donne che la circondano, e non si crogiola in un maledettismo da quattro soldi.  Non ce la vediamo proprio a snocciolare citazioni di poeti decadenti e ad atteggiarsi per impressionare un pubblico.  Forse è solo annoiata, stretta da un’angoscia alla quale crede sia sempre più difficile sfuggire.  È un’esistenzialista, allora, un’intellettuale?  A modo suo percorre una strada di conoscenza, che la porterà ben più lontano di quanto abbia pensato, ma dubitiamo che una come lei apprezzerebbe la lettura di Sartre o Camus.  È una “dura”, allora, come il personaggio interpretato da Sigourney Weaver in Alien?  Anche, ma non solo;  nel suo carattere sono presenti delle fragilità, che lei sa nascondere agli altri, ma non a se stessa.  Quando un personaggio è così complesso, ma allo stesso tempo ci risulta così percepibile e definito, siamo molto felici di sospendere la nostra incredulità e di considerarlo vivo e reale al pari nostro.  Una volta chiuso il libro, però, chiediamoci quanti altri personaggi femminili, tra quelli che abbiamo incontrato nel corso delle nostre letture, potrebbero reggere il confronto con lei…
 
 
Torniamo a Helena, e alla sua vicenda, che sarebbe già di per sé ricca di tensione.  Si, perché il rischioso compito che si prefigge è quello di infiltrarsi all’interno di una setta satanica, i cui membri passano le serate tra orge, consumo di sostanze stupefacenti e sacrifici umani.  Di quelle sette che, probabilmente, esistono davvero a non troppa distanza da noi.  
 
 
I capi ed organizzatori dei riti satanici sono dei ciarlatani o degli stregoni che possono mettersi in contatto con le forze dell’Inferno?  È tutta scena, la loro, o arriverebbero ad ammazzare una ragazza in un sacrifico rituale?  Comunque stiano le cose, si tratta di individui veramente malvagi, e veramente pericolosi.  Helena riuscirà a mantenere il controllo di una situazione che è sempre sul punto di sfuggirle di mano?  Chi è il misterioso Ronnie Middleton, sedicente investigatore privato ed esperto di occulto?  C’è da fidarsi di lui?  
 
 
Una volta iniziata la lettura di Devil Inside il lettore si troverà catapultato in uno scenario cupo di perversioni, crudeltà e misteri, un mondo in cui nessuno è innocente, e non potrà fare a meno di continuare fino alla parola fine.
Gandolfi conferma la sua capacità di scrittore di razza e la sua inconfondibile capacità di inquietare, divertire e provocare il lettore;  anzi, il suo stile, a nostro parere, ha raggiunto un ulteriore livello rispetto ai lavori precedenti (già di qualità rara) acquisendo una sobrietà e una nettezza che lo rendono ancora più tagliente.
In conclusione, quello che vi presentiamo oggi è un piccolo capolavoro, la cui lettura ci sentiamo di consigliare anche a chi abitualmente non frequenta il genere horror.  È in vendita singolarmente in ebook o in cartaceo assieme al pregevole Delirium di Ivo Gazzarrini.



scritto da: EL MUERTO


comments powered by Disqus