Drive In
ISOLA (L')CRITTERS / GLI EXTRARODITORIPULSEHEADSPACEMIRIAM SI SVEGLIA A MEZZANOTTESPETTRI DEL CAPITANO CLEGG (GLI)S.O.S. I MOSTRI UCCIDONO ANCORAMEDAGLIONE INSANGUINATO (IL)THE END? L'INFERNO FUORIIDENTITÀSINNER (THE)RITORNO DELL'UOMO INVISIBILE (IL)SPLITHALLOWEEN / 20 ANNI DOPOMIST (THE)20000 LEGHE SOTTO I MARI


Quinto Potere
INTO THE NIGHTDEXTERDEAD SETCONSTANTINE


Enoch
LIBRI DI SANGUESCHIAVI DELL'INFERNOTUTTO QUEL ROSSOCULTI SVEDESI


Underground
RANCORE FATALEDEAD GIRL WALKINGAMPUTAZIONE (L')E.N.D.


Il trailer con le marionette di Nia DaCosta per il nuovo Candyman è bellissimo

"Marionetta" è una di quelle parole che sembrano scomparse dal nostro lessico; si tratta di figure di vario tipo e materiale che si muovono attraverso fili: a differenza dei burattini, che compaiono in scena a mezzo busto e vengono indossati come un guanto dal burattinaio, nascosto sotto di loro. Google ci informa che Collodi preferì per Pinocchio usare il termine "burattino" , anche se tecnicamente si trattava di una marionetta; quest'ultima parola era considerata un francesismo da evitare.

 

 

Fine della digressione linguistica. Abbiamo rinfrescato i precedenti concetti per farvi apprezzare meglio questo bellissimo trailer realizzato da Nia DaCosta, la regista del nuovo Candyman che sarà prodotto da Jordan Peele.

 

 

Sinossi del film (ispirato da quello omonimo diretto nel 1992 da Bernard Rose e tratto dal racconto Il proibito di Clive Barker): Anthony è un famoso artista di Chicago e sta compiendo delle ricerche sulla leggenda urbana di Candyman. Man mano che le sue indagini proseguono, sarà coinvolto in delitti che ricordano quelli del killer con l'uncino... come accadde al personaggio di Helen Lyle nel film di ventotto anni fa.

 

 

"Candyman, dove si incontrano la violenza dei bianchi e il dolore nero, è un film su quelli che sono diventati martiri contro la loro volontà. Racconta il loro lato umano, i simboli che li abbiamo fatti diventare, i mostri che incarnano per gli altri" ha recentemente twittato Nia DaCosta.

 

 

La pellicola originale già aveva come temi centrali il razzismo e la mancata integrazione; questa sarà probabilmente ancora più "impegnata" e "politica" (non per niente è prodotta da Peele, l'ottimo regista di Get Out e Us).

Candyman debutterà nelle sale cinematografiche americane il 25 settembre 2020.

 

 

Fonte: Bloody Disgusting



scritto da: Andrea Berneschi, 19/06/2020


comments powered by Disqus