Drive In
INFECTIONSTRANO VIZIO DELLA SIGNORA WARDH (LO)CASA SULLA SCOGLIERA (LA)CON GLI OCCHI DELL'ASSASSINOREPLICANTE (IL)BLACK HORROR / LE MESSE NEREVENDETTA DEL DOTTOR K (LA)DOG SOLDIERSMUST LOVE DEATHNEIGHBORCAPTIVITYSATANAS DE TODOS LOS HORRORESTREDICESIMO PIANO (IL)ALMOST BLUEBESTIA NELLO SPAZIO (LA)MIMESIS


Quinto Potere
DEAD SETDEXTERTHE STRAINBEM: IL MOSTRO UMANO


Enoch
LIBRO DEI MORTI VIVENTI (IL)ORA DEL LUPO (L')INCUBO DI HILL HOUSE (L')MONSTER PLANET


Underground
AMPUTAZIONE (L')STITCHESBLACK SHADOWSBLACKOUT


Alessandro Forlani inaugura la collana Heroic Fantasy Italia!

La scure e i sepolcri di Alessandro Forlani, già ordinabile dallo store della casa editrice Delos (qui), è il primo volume della collana Heroic Fantasy Italia.

 


"Non ci sono tenebre tanto fitte che un'ascia ben affilata non possa tagliare in due." 


Thanatolia: il continente-necropoli dove la negromanzia è legge e i cui sepolcri custodiscono favolosi tesori. Malqvist, valoroso guerriero ridotto a tombarolo, leale, sfortunato, diffidente di qualsiasi forma di magia, si trova a misurarsi con entità aliene, demoni, mostri antropofagi e subdoli stregoni. Attorno a lui una folla di personaggi, mercanti senza scrupoli, cinici avventurieri, fanciulle in pericolo ma soprattutto pericolose, combattenti abbrutiti e prostitute generose, che Alessandro Forlani ritrae, vividi e indimenticabili, con la sua prosa fantasiosa e inventiva.
La Scure e i Sepolcri fa parte delle Crypt Marauders Chronicles: un progetto di narrativa sword & sorcery ideato da Alessandro Forlani e Lorenzo Davia cui hanno aderito molti autori italiani.

 


La collana, a cura di Alessandro Iascy e Giorgio Smoiver, proporrà romanzi brevi o antologie di racconti di fantasia eroica e sword and sorcery scritti da alcuni tra i migliori autori del fantastico italiano.
Le copertine, che nello stile omaggiano il grande Mike Mignola, saranno realizzate dal bravissimo Gino Andrea Carosini.

 

 

Fonte: Heroic Fantasy Italia



scritto da: Andrea Berneschi, 15/03/2019


comments powered by Disqus