Drive In
LEVIATHANLAST HORROR MOVIE (THE)CORPSES ARE FOREVERCUBE 2 / HYPERCUBEPAURA NELLA CITTÀ DEI MORTI VIVENTIVENDETTA DEL RAGNO NERO (LA)CON GLI OCCHI DELL'ASSASSINOTORTURE ZONE / SETTORE TORTURA (THE)HENRY / PIOGGIA DI SANGUEGREEN INFERNO (THE)TETSUO 2 / MARTELLO DI CARNENOTTE DELLA LUNGA PAURA (LA)FINE AGOSTO ALL'HOTEL OZONHEADSPACEEPITAPH / FOLLIA OMICIDASTORIA SEGRETA DI UN LAGER FEMMINILE


Quinto Potere
REVENANTS (LES)AI CONFINI DELLA REALTA'SOPRAVVISSUTI ( I )THE FOLLOWING


Enoch
WILLIAM KILLED THE RADIO STARAPOCALYPSEDELIRIUMORA DEL LUPO (L')


Underground
E.N.D.LOVE HURTSPICCOLI IMPREVISTIPENSAVI DI ESSERTI LIBERATA DI ME


Alessandro Manzetti, "Racconti - Volume 1" (recensione)!

Roma, futuro prossimo. Una Papessa transgender domina la città: il simbolo del suo potere, una sagoma di latta che rappresenta una gallina nera, è issato sopra la croce della cupola di San Pietro. Le donne fertili sono internate nei lebbrosari sotterranei delle catacombe o giustiziate in modi morbosi e surreali; conservano il diritto alla vita solo quelle che si consegnano all'autorità e scelgono di farsi sterilizzare. La femminilità è punita come il peccato più grave e il reato più terribile. 

 


Antiochia, 1098. Vessel lo Sfregiato guida i sopravvissuti della Crociata dei Pezzenti, un'orda di guerrieri psicopatici e cannibali che si sposta dal campo cristiano a quello saraceno in costante ricerca di cibo.

 


Mexico City. Due epoche a confronto: da una parte il 1520 dei conquistadores (l'episodio storico della “Noche triste”), dall'altra l'anno 2277, in cui un gruppo di guerriere si muove tra le macerie della città, invasa dai cittadini che la superdroga Cloud 7 ha reso simili a zombie.

 


Parigi Sud 5, Nuova Francia: uomini e donne alla deriva, tenuti in vita da pulsioni perverse e da una tecnologia dal volto disumano, in una città che assomiglia sempre più a una gigantesca discarica.

 


E ancora: invasioni di scarafaggi, tormentati artisti, gladiatori tecnologici, post-sirene, cardinali dal machete facile, chef cannibali, androidi e sciamani metropolitani, mistress e mostri mitologici: una galleria da incubo di istantanee da un mondo in decomposizione, saturo di violenza e sadismo. Questi e molti altri gli ingredienti dei racconti di questa terrificante raccolta, che richiede una lettura adulta...

 

Questi i racconti e le raccolte horror, hard thriller, weird e SF che contiene: 'Lo Sciamano', 'Kaferdammerung', 'Limbus', 'Der Bruter', 'La Contessa di Sancerre', 'Regnum Congo', 'Olympia e l'Uomo Tatuato', 'Malanima', 'Pont Neuf', 'Padroni di Mostri', 'Il Cubo di Berenice', 'Verso il Monte Meru', 'Le Giornate di Florbelle', 'Interno 1', 'Le Talion', 'L'Ascensore di Tristan', 'I Meridiani di Godot', 'Polaris - La Stella del Nord', 'Acrux - La Stella del Sud', 'Lesuth - L'Aculeo', 'Giorni di Fragole', 'Mictlan - Doppio Inferno', 'Vessel - Orrore in Terra Santa', 'I Giorni della Gallina Nera - L'Apocalisse a Roma'.

 


Alessandro Manzetti non ha bisogno di ricercare la verosimiglianza mentre immagina lo scenario dei suoi racconti (simile a quello del romanzo Naraka, L’inferno delle scimmie bianche). Dietro le crudeltà surreali delle storie e le loro ammorbanti atmosfere possiamo riconoscere la metafora di veri abissi e vere mostruosità: corruzione morale, violenza di genere, prostituzione, dipendenza da droghe, fanatismo religioso, l'eterno orrore della guerra. 

Il linguaggio, uno strumento affilato e scintillante (tra i suoi modelli ci sono probabilmente  W. S. Burroughs e William Gibson, ma il risultato della ricerca espressiva di Manzetti è del tutto originale) si adatta volta per volta alla materia trattata, portandoci attraverso differenti epoche storiche e continenti, spaziando tra romanzo storico e narrazione realistica, splatterpunk e cyberpunk, storie d'amore e abissi di sadismo, riuscendo non di rado a raggiungere alti livelli di espressione artistica.



Sì, perché c'è chi chi considera l'horror soltanto un genere popolare e di consumo; noi crediamo invece che possa contaminarsi con modelli espressivi diversi, sperimentare nuove forme, reinventarsi, sforzare un passo alla volta le limitazioni dell'immaginazione e delle potenzialità del linguaggio. In parole povere, che (quando è di alto livello) si tratti di una forma d'arte che non ha niente da invidiare alle altre. (Che cos'è infatti l'arte, se non immaginare cose nuove, comunicarle in modo nuovo, creare "oggetti" narrativi, poetici, cinematografici, etc. nuovi?) Le opere di Manzetti, vincitore del Bram Stoker Award 2015 per la raccolta poetica Eden Underground confermano questo nostro punto di vista; per questo non ci stancheremo mai di consigliarne la lettura.



scritto da: El Muerto, 28/07/2016


comments powered by Disqus