Drive In
LASCIAMI ENTRAREMACHINE (THE)ZONA 3VENERDÌ 13TERROR! IL CASTELLO DELLE DONNE MALEDETTEPULSESCHOCK / TRANSFERT SUSPENCE HYPNOSTENEBREFRANKENSTEIN E I MOSTRI DELL'INFERNOORPHANAGE (THE)BLUE DEMON CONTRA EL PODER SATANICOS.O.S. NAUFRAGIO NELLO SPAZIOAMANTI DEL MOSTRO (LE)RECDENTIST 2 (THE)MORTE HA SORRISO ALL'ASSASSINO (LA)


Quinto Potere
TRUE DETECTIVEAL NUOVO GUSTO DI CILIEGIASOPRAVVISSUTI ( I )BEM: IL MOSTRO UMANO


Enoch
SCHIAVI DELL'INFERNOINCUBO DI HILL HOUSE (L')IMAGICAVANITY PRESS


Underground
ORACLELOST IN FORESTRISVEGLIPORCELAIN RISING


MASKS di Andreas Marshall al ToHorror

E' probabilmente uno degli eventi più attesi dell'intero ToHorror. Sbarca infatti venerdì 16 novembre alle 22 e 30 al festival horror di Torino MASKS, il nuovo e attesissimo film di Andreas Marshall, vero e proprio idolo di tutti gli horror indie grazie al suo precedente notevolisimo film Tears of Kali (Le lacrime di kali) girato con budget irrisorio e montato interamente con il computer di casa.

 

MASKS, che ha già riscosso entusiasmi in vari Festival internazionali, approda al Tohorror come Evento Speciale, al Cinema Romano.

 

Il film è un appassionato tributo all'horror italiano anni '70, molto amato dal regista, in particolare ai film di Argento, pur mantenendo una sua propria originalità.

 

Ecco in due parole la trama ufficiale: Anni '70: Matteusz Gdula mette a punto un metodo di studio della recitazione basato su tecniche oscure ed estreme, al fine di portare alla luce il vero talento dai suoi allievi. Alcuni studenti muoiono, Gdula si toglie la vita e il metodo viene vietato. Oggi: Stella, studentessa di recitazione ambiziosa ma dallo scarso talento, viene accettata alla Scuola "Matteusz Gdula": il bizzarro e macabro mondo che si nasconde dietro l'accademia non tarderà a manifestarsi.

 

Appuntamento da non perdere quindi, nella speranza comunque di vedere ben presto MASKS distrubuito ufficialmente nel nostro paese...

 

FONTE: ToHorror official web site

 

 



scritto da: La Redazione, 08/11/2012


comments powered by Disqus