Drive In
ALLIGATORESPERIMENTO DEL DOTTOR K (L')CARTE IN TAVOLA (LE)NOTTE CHE EVELYN USCÌ DALLA TOMBA (LA)BESTIA NELLO SPAZIO (LA)IMPERO DELLE TERMITI GIGANTI (L')ISOLA PERDUTA (L')BASE LUNA CHIAMA TERRAFIGLIA DI DRACULA (LA)FIUME DEL GRANDE CAIMANO (IL)STRANGOLATORE DI BOSTON (LO)COLLINE HANNO GLI OCCHI 2 (LE)EXORCISMO NEGRO AMITYVILLE HORROR (THE)REPLICANTE (IL)EXTRASENSORIAL


Quinto Potere
IN THE FLESHTRUE DETECTIVEESPBEM: IL MOSTRO UMANO


Enoch
DUMA KEYDEVIL INSIDERACCONTI, VOLUME 1VANITY PRESS


Underground
ORACLEDESKTOPPENSAVI DI ESSERTI LIBERATA DI MEPRESENZE


André Øvredal dirigerà "La Lunga Marcia" di Stephen King!

André Øvredal (regista di Scary stories to tell in the dark, nonché dello spassoso Troll Hunter e The Autopsy of Jane Doe) è stato recentemente incaricato di girare la trasposizione cinematogrfica de La Lunga Marcia di Stephen King (pubblicato nel 1979 sotto lo pseudonimo Richard Bachman).

 

 

James Vanderbilt ha scritto la sceneggiatura; producono lo stesso Vanderbilt, Bradley Fischer and William Sherak.

 

 

Siamo in una distopica società americana dominata da un dittatore chiamato “ll Maggiore”, che governa il paese con il pugno di ferro e l'aiuto della propaganda televisiva. Gli oppositori politici vengono fatti sparire dalla polizia segreta, non c’è libertà di parola, eppure per gli adolescenti contano soprattutto i problemi legati alla loro età, come se niente potesse essere più forte della giovinezza. È infatti per colpa di un amore finito male, del desiderio di gloria, o di un generale senso di inutilità (e non per motivi politici), che cento giovani volontari partecipano ogni anno a una gara, che si chiama appunto “La Lunga Marcia”.
 
I concorrenti devono camminare senza mai fermarsi e senza scendere al di sotto delle quattro miglia orarie (circa sei Km/h). Chi scende sotto questa media per più di trenta secondi viene ammonito. Chi viene ammonito per più di tre volte, perché è caduto, si è sentito male o è arrivato semplicemente al limite delle sue forze, riceve il congedo. La colonna dei marciatori è seguita da un mezzo cingolato su cui siedono militari dal volto inespressivo. È compito loro dare il congedo, puntando le carabine automatiche sul marciatore e premendo il grilletto.

 

 

Su questo stesso sito, sotto la categoria Enoch, potrete trovare la nostra recensione al capolavoro di King.

 

 

Fonte: Bloody Disgusting



scritto da: Andrea Berneschi, 22/05/2019


comments powered by Disqus