Drive In
KING OF THE ZOMBIESYOU'RE NEXT4 MOSCHE DI VELLUTO GRIGIOFIGLIE DI DRACULA (LE)DARKNESSUCCELLO DALLE PIUME DI CRISTALLO (L')LADY IN THE WATERCASA SPERDUTA NEL PARCO (LA)ISOLA MISTERIOSA (L')OCCHI DI CRISTALLOCHI È SEPOLTO IN QUELLA CASAHEREDITARYNECROPHAGUSHATCHETFRANKENSTEIN E I MOSTRI DELL'INFERNOCASA DEI MASSACRI (LA)


Quinto Potere
AI CONFINI DELLA REALTA'DEAD SETHAMMER HOUSE OF HORRORBEM: IL MOSTRO UMANO


Enoch
INCUBO DI HILL HOUSE (L')ORA DEL LUPO (L')NIGHTCRAWLERSCELL


Underground
COPERTA (LA)GROUND FLOORLOVE HURTSPROGETTO A


Dampyr: il film che uscirà nel 2020 promette benissimo!

Il 23 Gennaio 2020 potremo finalmente vedere al cinema il film su Dampyr, personaggio creato  da Mauro Boselli e Maurizio Colombo nel  lontano 2000, le cui avventure a fumetti continuano tutt'oggi a uscire in edicola, edite da Sergio Bonelli Editore con periodicità mensile.

 

 

È proprio la casa editrice milanese, vera e propria eccellenza del fumetto made in Italy, a produrre il film assieme a Eagle Pictures e Brandon Box; alla sceneggiatura hanno lavorato artisti del calibro di Mauro Boselli, Giovanni Masi, Michele Masiero, Alberto Ostini, Giovanni Mattioli, Antonio Navarra e Mauro Uzzeo. il regista è Riccardo Chemello.

 

 

Ecco la trama, che per fortuna sembra molto fedele a quella dei primi albi della serie: "Sono gli anni ’90 e una guerra crudele è in corso nei Balcani. I soldati guidati da Kurjak hanno il compito di mantenere la postazione nel paese di Yorvolak, ma vengono massacrati da misteriosi assassini soprannaturali assetati di sangue. Viene chiamato in aiuto Harlan Draka, un truffatore che gira per i villaggi praticando falsi esorcismi e fingendosi un Dampyr, un uccisore di vampiri. Presto Harlan scoprirà di essere davvero un Dampyr, in quanto figlio di un’umana e di un Maestro della Notte. E, con l’aiuto di Kurjak e di una vampira ribelle, intraprenderà una violenta battaglia per sconfiggere le forze del Male".

 

 

Fonte: Fumettologica



scritto da: Andrea Berneschi, 21/03/2019


comments powered by Disqus