Drive In
CARTAIO (IL)SNAKES ON A PLANEMORTE A 33 GIRI4 MOSCHE DI VELLUTO GRIGIOSOCIETY / THE HORRORFAUSTNON ENTRATE IN QUEL COLLEGIOCANNIBAL HOLOCAUSTDISTURBIAE TANTA PAURAHALLOWEEN 6 / LA MALEDIZIONE DI MICHAEL MYERSMALEVOLENCERE-ANIMATORAMORE FOLLEZARDOZSILENT HILL


Quinto Potere
CONSTANTINEBEM: IL MOSTRO UMANOTRUE DETECTIVEHAMMER HOUSE OF HORROR


Enoch
LUNGA MARCIA (LA)BAOHRAGAZZE VIVEAL CREPUSCOLO


Underground
E.N.D.GROUND FLOORPRESENZERANCORE FATALE


Alessandro Manzetti ai vertici della Horror Writers Association!

La notizia di oggi è molto positiva, e infonderà orgoglio e speranza in ogni appassionato italiano di horror. Alessandro Manzetti, già vincitore del Bram Stoker Award 2016 per la raccolta di poesie Eden Underground è stato eletto nel Board of Trustee dell'Horror Writer Association, assieme a Linda Addison e Ellen Datlow. ´╗┐Ulteriore conferma, se ce ne fosse bisogno, che la Horror Writers Association Italy recentemente costituitasi non è un'appendice periferica della storica organizzazione mondiale, ma una parte integrante e attiva, alla pari di tutti gli altri Chapter.

 

 

L'incarico, di durata biennale, è davvero di grande prestigio. Il Board dell'associazione internazionale è composto di sette Trustees eletti, più il Presidente e il Vice-Presidente. Manzetti è l'unico europeo a farne parte, tutti gli altri (anche quelli che erano candidati) sono statunitensi. Possiamo ben dire che si tratta di una importante svolta strategica della HWA.´╗┐ Il significato di questa vittoria cresce ulteriormente se teniamo conto che le recenti elezioni interne all'associazione hanno visto il più alto numero di votanti di sempre.

 

 

Noi della Filmhorror facciamo i nostri più sentiti complimenti ad Alessandro, che mette in gioco come organizzatore culturale le stesse doti già dimostrate nei suoi libri: coraggio, intelligenza, tenacia. I risultati di questa votazione rappresentano un'importante vittoria per tutti gli autori italiani, non solo quelli legati al genere horror.

 

 

Fonte: Horror.org



scritto da: Andrea Berneschi, 03/10/2016


comments powered by Disqus