Drive In
REC 2NIGHTMAREHOLE (THE)NELLA RETE DEL SERIAL KILLERSTONEHEARST ASYLUMFIUME DEL GRANDE CAIMANO (IL)CAMPING DEL TERROREBLOODLETTINGCERCHIO DI SANGUE (IL)CREATURE FROM THE HAUNTED SEADRACULA CONTRO FRANKENSTEINBLACK HORROR / LE MESSE NEREWOLF CREEKICARO XB 1LONDON VOODOODEADGIRL


Quinto Potere
HAMMER HOUSE OF HORRORAI CONFINI DELLA REALTA'CONSTANTINEDEXTER


Enoch
SANGUE E PLUSVALORETHE WALKING DEAD TERRA DI MORTELA NOTTE CHE UCCISI JIM MORRISON


Underground
GROUND FLOORDESKTOPCOPERTA (LA)LOST IN FOREST


TIM BURTON: il suo prossimo film non sarà horror!

La notizia è ufficiale, Tim Burton dirigerà BIG EYES un film sull'incredibile vicenda di Walter & Margarte Keane. Negli anni 60 Walter Keane ottenne il successo come illustratore vendendo i quadri che in realtà dipingeva sua moglie. La Keane, consenziente, passava quasi tutta la sua giornata chiusa a chiave in una stanza. Alla fine la donna spinta anche dal nascente movimento femminista, riuscì a divorziare, ma non a ottenere i diritti sulle opere che il marino continunava a spacciare come una sua produzione.

 

La vicenda si concluse sono nel 1986 quando davanti a un tribunale i due coniugi fuorno chiamati a fornire una prova di chi fosse l'autore delle illustrazioni e Walter Kane con la scusa di avere una spalla dolorante si rifiutò di disegnare...

 

Oggi i America i dipindi della Kane fanno parte della cultura popolare e sono conosciuti da tutti.

 

Il film è stato scritto da Scott Alexander e Larry Karaszewski, sceneggiatori di Ed Wood, doveva essere inzialmente prodotto da Tim Burton che poi ha deciso di prnedere il timone . La Deadline ha oggi sciolto il mistero sul cast che fino a qualche giorno fa sembrava essere orami destinato a Reese Witherspoon e Ryan Reynolds. A sorpresa invece i nomi ufficializzati per interpretare i due coniugi sono:  Christoph Waltz e Amy Adams.

 

Neinte horror quindi per il nostro Tim, ma più verosimilmente qualcosa in stile Ed Wood. E sinceramente cosa non ci dispiace affatto...

 

FONTE: Bad Taste

 




scritto da: La Redazione , 04/04/2013


comments powered by Disqus