Drive In
PERCHÉ IL DIO FENICIO CONTINUA AD UCCIDERE?STATI DI ALLUCINAZIONELUPA MANNARA (LA)SHEITANTODESKING (DER)TENEBREPOSSESSION (THE)HEADHUNTERFOREST OF THE DAMNEDP2: LIVELLO DEL TERRORESCANNATI VIVICENTIPEDE HORRORDR. CHOPPERTRILOGIA DEL TERROREE TU VIVRAI NEL TERRORE! / L'ALDILÀLADY IN THE WATER


Quinto Potere
BEM: IL MOSTRO UMANOTHE STRAINDEXTERTHE FOLLOWING


Enoch
RACCONTI, VOLUME 1AKUMETSUIO VENIA PIEN D'ANGOSCIA A RIMIRARTI


Underground
DUMMY (THE)NATURA MORTAPENSAVI DI ESSERTI LIBERATA DI MECOPERTA (LA)


JESUS FRANCO R.I.P.

Lo Tio Jess ci lascia a 83 anni. Impossibile stabilire il numero di pellicole da lui dirette, fra rimontaggi e doppie versioni dei suoi film. Per anni considerato autore di serie B, in epoca di riscoperta sono stati tantissimi coloro che hanno deciso di affrontare il suo modo di fare cinema, perché tra horror, erotismo e produzioni pornografiche, Franco ha lasciato un'impronta indelebile nella storia del cinema più genuinamente commerciale.

 

Grazie a Franco, tante attrici sono riuscite a guadagnarsi lo status di icone immortali: prima fra tutte c'è sicuramente la sua fedele compagna e musa Lina Romay, attrice fedele che ha recitato in tantissime pellicole del regista. Ma l'immortalità nell'immaginario collettivo dei cinefili di tutto il mondo se l'è conquistata pure la sfortunata Soledad Miranda, attrice dalla presenza scenica spiazzante che putroppo ci ha lasciato prematuramente. E come dimenticare poi quella Romina Power che, giovanissima, aveva preso parte a una trasposizione di Franco sulle vicende del Marchese De Sade?

 

Tra produzioni interessanti o curiose e altre meno riuscite, Jesus Franco ha dato vita a pellicole oniriche, macabre o smaccatamente pornografiche, rifacendosi a tematiche classiche della letteratura trasformate in prodotti di pura exploitation, a metà strada tra cinema d'autore e cinema di genere. Disponendo spesso di budget modestissimi, Franco ha puntato tutto sull'atmosfera e sulle suggestioni, ottenendo risultati altalenanti ma riuscendo a dare vita a una cinematografia ampia e curiosa. Rimane memorabile la sua partecipazione all'edizione 2005 del Joe D'Amato Horror Festival, dove anche un pubblico più giovane ha avuto modo di conoscere il cinema di Franco.

 

Ciao, Jess, non ti dimenticheremo mai. Quello che hai dato al cinema rimarrà vivo per sempre.



scritto da: La redazione, 02/04/2013


comments powered by Disqus