Drive In
MIMIC 3: SENTINELDOTTOR MIRACOLO (IL)MALEVOLENCECATACOMBS / IL MONDO DEI MORTIWOLF CREEKHALLOWEEN / LA NOTTE DELLE STREGHEVIOLENTO WEEK END DI TERRORE (UN)ESTRANHO MUNDO DE ZÉ DO CAIXAO (O)NOTTE CHE EVELYN USCÌ DALLA TOMBA (LA)HAMILTONS (THE)SNAKES ON A PLANESQUALO 2 (LO)ROTTWEILERORA CHE UCCIDE (L')GHOST SONSATANAS DE TODOS LOS HORRORES


Quinto Potere
BEM: IL MOSTRO UMANOAMERICAN HORROR STORY: MURDER HOUSECONSTANTINEDEAD SET


Enoch
THE WALKING DEAD VANITY PRESSSPEDIZIONE VERSO IL NIENTEKILLER DEL GREEN RIVER (IL)


Underground
PROGETTO AAMPUTAZIONE (L')COPERTA (LA)DEAD GIRL WALKING


WITCHING AND BITCHING: primo trailer della nuova commedia horror di Alex de la Iglesia

Finalmente disponibile il primo trailer per WITCHING AND BITCHING (titolo originale Las brujas de Zugarramurdi), ultima folle commedy-horror del maestro Alex de la Iglesia.

 

A giudicare dal trailer, il regista spagnolo nella sua ultima fatica sembra ispirarsi a quel genere cinematografico più estremo e dissacrante, o sarebbe meglio dire sembra farlo ancora più del solito.

Con il suo inconfondibile stile istrionico al servizio di un cinema visionario incline spesso al grottesco, de la Iglesia ci racconta una storia che già sulla carta farà la gioia di tutti i cultori del suo cinema, noi compresi.

 

La trama ci racconta di un gruppo di ragazzi disperati che guidati da Josè, padre divorziato sul lastrico, si improvvisano rapinatori. Il loro piano include abbigliarsi in maniera stravagante e assaltare una gioielleria. A colpo avvenuto, i rapinatori si danno alla fuga a bordo di un taxi sequestrando anche l’autista. Purtroppo la loro forsennata fuga li porterà nei meandri della foresta basca, sino ad una villa isolata dove intrappolati si ritroveranno preda di un’orda di donne impazzite, una congrega di streghe che si nutrono di carne umana.

Il cast include Hugo Silva, Mario Casas, Carmen Maura, Terele Pavezand e Carolina Bing.

 

Fonte: trailer WITCHING AND BITCHING

 

 



scritto da: Luca Buricchi, 14/03/2013


comments powered by Disqus